Riflessioni migranti

Qualche giorno fa, a poche decine di miglia da Marettimo, quando la “traversata” sembrava ormai riuscita, al VHF una vocina da Trapani diffondeva un avviso ai naviganti: era stato avvistato, fra Levanzo e l’isolotto della Formica, un cadavere che galleggiava alla deriva.

Ho saputo oggi che alla fine il cadavere è stato ripescato ed era un marittimo disperso ormai da settimane.

Inutile, però, dire che la mia mente ha pensato ad altri cadaveri che riempiono il Canale di Sicilia. Specie adesso che sono qui anch’io. Oggi sono africani, mediorientali. Settant’anni fa erano europei quando durante la seconda guerra mondiale il Canale era luogo strategico per le sorti del mondo. Duemila anni fa erano cartaginesi, romani.

Dal mio umile punto di vista di navigatore, uomo mediterraneo che dorme in tenda o per terra in barche di gente appena conosciuta, in balia del meteo e del vento, mi pare tutto così assurdo quello che succede in questo paese: magliettine, orologi, metropoli transatlantiche.

Ma di cosa parla, e su cosa dibatte, la gente?

E nel frattempo, ciliegina sulla torta, mini-minigonne e profumi per uomo sfilano per il corso delle isole minori, strafottenti, spensierati, impersonali, come ogni anno, tutto uguale…

 


Pubblicato il: 8.Lug.2018   Lascia un commento

Taggato , , , , , , , , , , , , . Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Informazioni su 33isole

L'ideatore del progetto e navigante sono io, Lucio Bellomo, nato nel 1983 a Palermo, in Sicilia. Che poi è anche Italia ;-) Ingegnere elettronico (non ne vado fiero), dopo il dottorato ho lavorato come oceanografo fisico in Francia, facendo ricerca sui fenomeni fsici che regolano il funzionamento di mari e oceani. Ho partecipato a numerose campagne oceanografche internazionali imbarcandomi per più settimane consecutive. Con questo bagaglio ho lasciato l'Università alla ricerca di un contatto ancora più diretto con il mare. Oggi lavoro come istruttore di subacquea con le bombole ed in apnea fra piccole isole mediterranee e mari tropicali. Nel tempo libero mi dedico alla navigazione a vela, dapprima in Mediterraneo e poi coronando il sogno della traversata atlantica due anni fa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

AlphaOmega Captcha Classica  –  Enter Security Code